venerdì 22 agosto 2014

Qon alcuni giorn iche mi chiedo come faccia la gente a essere così a disagio per l'arrivo della malattia letale chiemata Ebola: mi chiedevo cosa avessero da guadagnarci i igiornali, e soprattutto i quattromorti di fame di giornalisti di regime... bah...
Poi ho trovato questo articolo e allora ho cambiato tutto!
Grazie

Ebola, il medico e l'infermiera guariti dal virus: "Grazie a tutti, è un miracolo"

Il dottore-missionario era stato contagiato ai primi di agosto dall'ebola in Liberia ed è stato il primo ad aver ricevuto il siero sperimentale ZMapp. Dimessa dall'ospedale anche l'infermiera Nancy Writebol che aveva contratto il virus

- See more at: http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Ebola-il-medico-sopravvissuto-al-virus-Grazie-a-tutti-un-miracolo-9d37499f-ecd2-4d31-bea3-5edaa9b0dce6.html#sthash.L6ZjS42T.dpuf Leggi il resto del articolo......

giovedì 14 agosto 2014

Hai già visto una pianta obesa? No

Hai già visto una pianta obesa? No ( Lascia il gioco di parole sulle piante "grasse", che in realtà sono solo "succulente") 
Le piante non ingrassano, esse regolano perfettamente la loro esistensa, prendendo quel che serve loro e nulla più! Esse sono piene di quelle forze che l'Antroposofia definisce "Eteriche", cioè le forze di vita. Se talgi loro un ramo, ne ricacciano altri 3 nello stesso punto. Crescono praticametne fino alla loro fin di vita. Vivono molto più di noi il ciclo delle stagioni.
Per questi banalissimi motivi le forze eteriche o forze di "Vita" sono legate all'acqua, che dà loro la "Vita", e l'acqua e il ciclo stagionale, le fanno avvicinare al "ritmo", cioè alla ripetizione , per cui alla fine c'entra qualcosa anche la musica.

Siamo noi e gli animali che diventiamo ciccioni obesi. E lo facciamo perchè in più delle piante, noi e loro abbiamo un pezzo in più, il corpo "eterico", detto anche l'anima, che nn abbiamo ancora imparato a regolare....

Nutrirci come le piante e di piante, ci insegnerà a regolare l'assunzione di Forze "buone", vitali, ed essere belli e slanciati e sodi come un giovane pioppo, oppure elastiche e fliessibile e snelle come un giunco.
Leggi il resto del articolo......

martedì 29 luglio 2014

Fra qualche anno ci ricorderanno come i rimpicoglioni visionari, adesso solo "rompicoglioni e basta"...

Fra qualche anno ci ricorderanno come i rompicoglioni visionari mentre ora siamo quelli che vogliono cambiare le cose, senza ragione...  In realtà a me non interessa cambiare la vita degli altri; interessa cambiare la mia...e cercare possibilmente di migliorare la condizione di mia madre, la Terra, la espressione fisica della madre Cosmica, la Maria Sofia madre di tutte le cose generate.
Embè?
Vi inviterei a leggere questo articolo di wikipedia, che a leggerlo così di botto potrebbe certamente essere un articolo del Terroristico gruppo del M5S, cammuffati da ecologisti, e combattuti da Re Giorgio D'America.
Leggete pure questo splendido articolo della Wikipedia Grillina,  http://it.wikipedia.org/wiki/Impatto_ambientale_dell'industria_dei_cibi_animali

In particolare leggere alla fine :
I "lunedì senza carne"
Lo scopo dell'iniziativa dei "lunedì senza carne" è quello di invitare le persone ad impegnarsi a consumare ogni lunedì solo pasti vegetariani, in grado di contribuire a migliorare la propria salute e a ridurre il proprio impatto sull'ambiente. I "lunedì senza carne" possono anche essere considerati un inizio modesto nella direzione di un mangiare sano, sostenibile ed etico all'interno di un percorso che può concludersi con l'adozione di una dieta vegetariana vera e propria.

IN BELGIO Ghent è stata la prima città del mondo a promuovere ufficialmente una giornata settimanale senza carne.
La più popolare campagna dei "lunedì senza carne" Meatless Monday è stata avviata nel 2003 negli Stati Uniti dal Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health’s Center for a Livable Future e si è poi velocemente diffusa in altre parti del mondo, fino a diventare un movimento globale[111] con sostenitori in tutto il mondo, tra cui ospedali, scuole, ristoranti, hotel, pub, chef e celebrità[112].

Il 13 maggio 2009, Ghent, una cittadina del Belgio, è stata la prima città del mondo a promuovere ufficialmente una giornata settimanale senza carne con il lancio della campagna Thursday Veggie Day (giovedì vegetariano), come impegno a combattere i cambiamenti climatici e promuovere uno stile di vita più in equilibrio con l'ambiente. Con la campagna, rivolta a tutti i cittadini, le scuole della città hanno iniziato a servire pasti vegetariani ogni giovedì. È stata spedita una brochure sulla cucina vegetariana ai 1500 ristoranti, che ben presto hanno iniziato ad aumentare l'offerta di piatti vegetariani nei loro menù, e sono stati organizzati corsi di cucina vegetariana sia per professionisti che per i cittadini[113][114][115]. In seguito, altre città hanno aderito ai "lunedì vegetariani", come San Francisco[116], Washington[117] e Baltimora[118].

NOI NO NOI NOOOOO: noi VIVREMO PER L'ETERNITà DELLA BATTUTA AL COLTELLO!!!! GUAI SENNO' PERDEREMO TUTTI I NOSTRI SOLDI... E LA MADRE?     bahh la madre,,,,,, tute bale va..... fòl...  gadann...piantla li và........

Poi arrivano i temporali a luglio, e noi pensami che sia solo sfiga!! :-))))    Salute e viva la vita!!!

batista (col picio)..


Leggi il resto del articolo......

giovedì 5 giugno 2014

La pesante turbolenza del...nulla!

Bah. non si sa fino a quando dura la nostra strada... specie quando è così coinvolgente e turbolenta.
l'unico modo è di viversela bene.

non si sa se e quando verremo arrestati nel giardino e condotti davanti ai sommi sacerdoti...

Ne deriva un pensiero:
più le cose sono chiare, più la vita ti mostra il suo vero volto, e più hai la sensazione che tutto possa finire da un momento all'altro, o meglio che il "nulla" sia alla base di tutta l'esistenza.
 Per questo gli orientali definivano "maya" il Velo, quello dell' "Iside" degli Egizi, la pellicola di cellophane o meglio il sottile vetro dell'acquario che tiene su tutto il sistema-terra-mondo, il terribile fantastico "sgamo" che ci induce a smanettare il questa dimensione per affrontare ogni secondo con passione e fede.

 Per questo quando ospiti "molto saggi", o perlomeno sicuramente più saggi di me ci prenotano una camera o un matrimonio per l'anno che viene, dico sempre: boh! come fanno a sapere già tutto questo!

Buoni istanti!

 sempre di più si libera il concetto della preghiera di Steiner, insieme all'invocazione di Goethe, i miei due grandi maestri. la mia spiegazione ( la spiegaazione in quel momento, all'epoca) della preghiera l'avevo messa qui nel 2012...: saper vivere con assoluta......
qui c'è quella di goethe la-provvidenza-secondo-goethe

Anno per anno, tutti questi concetti diventano molto chiari e "prendono forma fisica" ! lo metto sul blog...
Leggi il resto del articolo......

venerdì 16 maggio 2014

Gli Spiriti Creati dall' Universo

Tutti gli Spiriti sono creature dell'Universo.  Essi sono creature generate durante il processo di creazione del sistema Uomo-Terra.
La loro suddivisione in Spiriti "Buoni" e Spiriti "Cattivi" è una rappresentazione simbolica proposta al''Uomo, che deve saper discernere.
Egli deve saper riconoscere quali fra questi ha bisogno del potente aiuto dell' Uomo.
Il Cristo l'ha ben indicato sul Golgota, quando alla sua destra se era volontariamente posto il Lucifero, Angelo Creatore sacrificatosi anche lui nella figura di Spirito Ostacolatore; il Gesù divenuto oramai il Cristo ha amorevolmente accettato il suo sacrificio, riconoscendolo, ed ha riconosciuto l'enorme sforzo che Lucifero aveva compiuto sino a quel momento.
L'Uomo aspettava il Cristo per conoscere quale fosse il Cammino da compiere dal Golgota in avanti, verso il futuro.
Il Cristo lo ha indicato, e lo ha dimostrato con il suo gesto, offrendo la possibilità all'Uomo di scattare in avanti verso la prossima tappa, il cammino Individuale e cosciente.
L'Uomo si  trasforma nel nuovo Cristo, capace di  accogliere e di aiutare le altre Creature dell'Universo.
L'Uomo è ora in grado di muoversi in assoluta autonomia e Libertà.

Gli Spiriti che hanno lavorato come forze Ostacolatrici lo hanno fatto con un enorme sacrificio! Esse sono Creature del Dio-Universo, tanto come gli Uccelli del Cielo e i fiori della Terra.

Esse aspettano di essere "nominati" dall' Uomo, come furono nominate le cose, gli Animali, le Piante.
E nominare significa riconoscere il Nome, cioè il Nume, la goccia di Divino che anche essi portano!

In un certo senso anche il peggiore dei Demoni è stanco di fare il Demone, e non aspetta altro che l'Uomo nuovo, l'Uomo intriso delle forze Cristiche lo accolga con se nel Paradiso del nuovo mondo!

Altissimo Creatore, ti prego di accogliere fra di Noi questo Spirito che si è volontariamente offerto di fare il "Cattivo" quando tu glielo ordinasti: egli lo ha fatto per Amore verso il tuo Progetto; accogli il suo lavoro e sollevalo da questo pesante incarico, molto più pesante del nostro, che siamo il "soggetto" di questo teatrino tutt'altro che invisibile.

In ogni nostro gesto quotidiano riconosciamo la similitudine con il cammino che possiamo ( liberamente!) compiere su questa Terra: abbiamo nobilitato le Erbacce definendole "piante spontanee figlie dell'Universo", perchè non ringraziare le schiere di Demoni che dal primo Giorno si adoperano sulla Terra e nei Cieli per compiere il Disegno dell'Universo?

Ed anche Loro inizieranno a collaborare con l'Uomo, poichè sono stufi di fare la parte del cattivo, e aspettano che qualcuno glielo riconosca per cambiare di stato, assolvere il loro compito e ritornare da dove essi sono stati chiamati, nella loro Casa, con la loro Famiglia, come un Padre che torna dal Lavoro!

Quando tutti gli Uomini avranno terminato il loro percorso, lo avranno portato a termine, contemporaneamente anche tutti i Demoni!

Adotta un demone! fatti incantare, vivilo, riconoscilo, superalo, riconoscilo, ringrazialo e  sarai un Uomo nuovo! Altro che "non ci indurre in tentazione"!

Bella la Vita, accidenti!
Leggi il resto del articolo......

mercoledì 9 aprile 2014

America Rompaciapp!

Quando scrivo dell'america mi capita che alcuni amici statunitensi si risentano.
Abbiamo già detto che scrivere delle azioni del Governo di un Paese, non è scrivere della GENTE del paese.
Sennò noi in Italia che cosa dovremmo dire? :-)
Il Governo degli USA, non è mai stato libero di scegliere, secondo me, ma è TOTALMENTE condizionato dai poteri superiori della Terra, e bla bla bla.



Questo articolo proviene sa un giornale "non Italiano" .
Si parla chiaramente di quello che l'america sta facendo in Ucraina, i soliti MERCENARI depositati li per fare casino e basta.
Lo hanno fatto in Afghanistan, in Iraq, in Siria, in Egitto, da secoli, e perchè non dovrebbero farlo in Ucraina, per indebolire il nostro GRANDE ALLEATO NATURALE che sarebbe la RUSSIA, un paese immenso e pieno di risorse, amico e vicino a noi, che ci sta rifornendo di tutto quel che ci serve e che non abbiamo...
chiaramente loro non vogliono, ma sarò più preciso sul prossimo post, riguardante le monete d'Oro di PUtin...


Leggi il resto del articolo......

domenica 6 aprile 2014

Un video comico da ridere!!!

Un video da Ridere!!!!! Leggi il resto del articolo......

giovedì 3 aprile 2014

Tu il mio desiderio proibito

Tu il mio desiderio proibito Riuscire a catturare e far diventare quell'attimo...quotidianità è la vera vittoria.
Leggi il resto del articolo......

STORIE DI 'NDRANGHETA

Il Capo dell'Andrangheta che va alla Cupola a riferire sul bottino estorto alla popolazione con il pizzo sistematico e martellante. TRattengo il vomito pensando che il mondo cambierà.
Una pensiero di conforto ai dipendenti di questa Agenzia delle Rapine, che per uno stipendio sono obbligati a vederne di tutti i colori, rubare per conto della Mafia legalizzata, menzogne pure come quelle contenute in quest'articolo. Sappiamo che soffrite, però neanche voi potete cambiare le cose. Le cose cambieranno da fuori prima e poi piano piano arriverà anche il turno dei mafiosi legalizzati.
Le stesse bugie di chi da una parte vende su Ebay 80 auto blu e nello stesso mese firma per comprarne 500.
E i fessi si bevono tutto. Pazienza
Cambierà, piano piano.
Non voglio fare politica perchè nn l'ho mai fatta, ma questo è l'alleato numero uno del M5S. Continuate così, bravi!!!
Vantarsi di aver scalato il canone Rai ai pensionati: ma i pensionati purtroppo NON si rendono conto che glieli hanno STRARUBATI sulla bolletta della luce, immondizia, acqua POTABILE (la vergogna delle vergogne), e balzelli infimi dappertutto?
Nessuno ha mai  chiesto TUTTI STI CAZZO di guard-rail che sono stati piazzati inutilmente in TUTTA ITALIA, senza che i cittadini l'avessero richiesto, anzi facendo ammazzare i poveri motociclisti che prima finivano nei campi, e gli automobilisti pure; nessuno si è mai chiesto quanto sono costati? Di sicuro lì non c'è stata evasione, state tranquilli! tutto fatturato, tanto, paga (anzi strapaga) pantalone! tutto fatturato e andiamo a vedere di  chi sono le fabbriche dei guard-rail , magari miracolosamente sorte 4 giorni prima della legge..... Sappiamo tutto.
http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/04/02/entrate-befera-nel-2013-riscossi-con-i-controlli-131-miliardi-ma-135-miliardi-rimborsati-alle-famiglie/936146/

Leggi il resto del articolo......

Cuore di AMORE ( e lascia stare sto Bue!)

Stavamo piantando i nuovi pomodori nelle serre grandi. Poi mi sono detto: non abbiamo un altro termine per definire quel bellissimo pomodoro, che non sia di paragonarlo al cuore scannato di un bue insanguinato e morto? Perchè scusa "cuore di Bue"? Perchè un nome così tragico per un pomodoro così buono?  dovremmo provare a pensarne un altro.




 Lo chiameremo cuore di che? per forza cuore? sfera di sole?  Palla di rosso? Buono di Sole? Cuore di Sole? avete suggerimenti?


Leggi il resto del articolo......

martedì 25 marzo 2014

Massimo Scaligero sull' Ascesi dei nuovi tempi (capire una delle differenze fra le tecniche esoteriche orientali e le nostre occidentali.....)

Poche chiare parole per esprimere un concetto che sta maturando: da Massimo Scaligero, filosofo
esoterista morto nel 1980 a Roma (purtroppo io non ho avuto l'occasione di conoscerlo....)..

Scaligero ( ai era nèn sò cognom cost-si, ma un cognòm....ëd bataja....!) potrebbe essere considerato uno degli ambasciatori  in Italia della nostra cara Scienza dello Spirituale,

Egli ribadì sempre che il contenuto perenne, essenziale, spirituale della Tradizione non va confuso con la sua forma, che si modifica di epoca in epoca.

A tal riguardo, leggiamo, nell'introduzione al suo libro Tradizione Solare: «L'uomo moderno non può più avvalersi delle tecniche ascetiche del passato, yogiche, esoteriche o mistiche.
Quelle tecniche si basavano sulla memoria o nostalgia del Divino che era visto “al di sopra” del mondo, perciò esse aiutavano l'asceta antico a liberarsi dall'esperienza dei sensi.

Grazie a un lungo percorso interiore, sorto parallelamente in Oriente con il Buddha e in Occidente con Socrate, fino all'affermazione del pensiero fisico-matematico moderno, oggi l'uomo può sperimentare nella propria interiorità che la forza formatrice del concetto, la stessa che connette pensiero a pensiero, è il principio spirituale della sua autocoscienza.

 Il riconoscimento del potere di obiettività del pensiero, libero dalle limitazioni dei sensi e dal karma, è il primo passo dell'ascesi dei nuovi tempi.

Lo spiega bene anche Archiati Piero in un libro che suggerirei a tutti di acquistare, e che personalmente ho regalato a i miei colleghi di Casa Scaparone (lo avranno dimenticato nel cesso?): ce l'avevo in mano proprio jeri sera:  L'uomo e la Terra di Pietro Archiati, stupendo ma questo lo scriverò in un altro post ( sennò già si anojano tutti....









Leggi il resto del articolo......

venerdì 14 febbraio 2014

Vuoi Scollocarti! Ufficio di SCOLLOCAMENTO!

http://scollocamento.ilcambiamento.it/ Qui ci sono Perotti, Gianni DAvico, ed altri illustri personaggi delo Scollocamento! Leggi il resto del articolo......

domenica 19 gennaio 2014

SE non le sanno fare, ce lo dicano, le facciamo noi!


Dalle parole di un vecchi dinosauro dell'economia e della politica, la ricetta per continuare a credere in un paese.   

Bella l'ultima espressione, quantomai VERA, come al solito, della realtà Italiana: " SE non le sanno fare (LORO), ce lo dicano, le facciamo NOI!"

E il NOI è il noi vero, quello che respira, mentre il LORO (quelli che non vogliono fare...) è in realtà un NOI vecchio, malato e morto, in cui pochi hanno creduto: è un NOI delegato ad altri, agli ALTRI, alla POLITICA, cioè è un noi partorito e poi morto per abbandono, un NOi che era TUO e che hai affidato agli Alberto Cirio affinchè se ne occupassero, al meglio chiaramente, ma non è il NOI vivo di chi FA ogni giorno, a sua piccola parte, per farlo vivere, crescere, respirare e fare parte della Creazione.

Adesso è l'epoca del NOI cosciente, quello che non affida più, che non DELEGA ma che OPERA ogni giorno, bene o male, per COSTRUIRE e CREDERE.




Leggi il resto del articolo......

giovedì 9 gennaio 2014

Carouge, la cita Turin ëSvissera, tra cicolata e stòria di Sarah Scaparone

Traduzione in piemontese a cura di Paolo Sirotto
UnknownCarouge, la cita Turin ëSvissera, tra cicolata e stòria
A le pòrte ‘d Ginevra, an sle rive dël fium Arve, as treuvaCarouge, la roman-a Quadruvium, ancheuj inserìa ant la metròpoli ësvissera. Un temp sità regal, comprèisa fin-a al 1816 ant jë Stat Sabàud, a l’é stàita progetà da j’architèt ëd la cort a sëmijansa dla capital d’antlora: Turin.
 
Oltra a l’impiant ëd le stra a maje ortogonaj, al dissegn ëd le ca e dle cese, a le piasse, al fàit d’afacesse an sël fium, ël fil rouge ch’a gropa Carouge a Turin a passa a travers la cicolata. Fin dal prim Setsent an bon-a part ëd l’Europa le boteghe dij venditor d’aquavis, confitié e cicolaté a l’avìo dovrà man d’euvra svissera, an particolar originaria dl’Engadin-a e dij Grison, tant che an Piemont a l’era normal riferisse a costa categorìa d’artisan, an piemontèis confituré,  con l’apelativ dë svìsser o batiajé. Ant l’Eutsent, Turin a lé riva a la fama internassional ant l’art cicolatèra, ‘dcò mersì a l’invension ëd la pasta Giandoja, da l’union dël cacao con ninsòle tostà e trià, assegnà da la tradission a Michel Prochet, ëd rèis ësvissere, che, diventà contitolar dël 1878 ëd la dita Succ. Caffarel Prochet & c. a l’ha registrà la marca “Giandoja 1865”.
Martel2La possà d’artisan da l’ëstrangé, rivà a Turin për amprende ij segret ëd la lavorassion, a l’ha generà n’interscambi tra Piemont e Svissera, part ëd la qual a l’era apartenùa an passà ai Savòja, ch’a l’é arsultà bin vantagiosa për tuti e doi: as dis, ad esempi, che François-Louis Callier e Philippe Suchard a l’avèjssò travajà coma novissi an Turin, an continuand peui ‘l mësté an ëSvissera. Daniel Peter, sucessòr ëd Callier a la guida dl’asienda fondà tacà Vevey an sël lagh Leman, a  l’ha butà a pòst, dël 1875, l’arseta dla cicolata al làit, an dovrand la farin-a ‘d làit anventà dal chimich Henry Nestlè.
Carouge la Maison Martel, fondà dël 1818, a smon pì ‘d quaranta qualità ‘d cicolata, prodote esclusivament con ëd fave ‘d cacao importà dal Venezuela, fra le quaj Rocher al làit, Trifole a lë Champagne, Righi al Rhum e ‘l Pavé ‘d Carouge, cicolatin ch’arciama, ant la forma cubica e ant ël nòm, la carateristica pavimentassion ëd le stra sitadin-e, ch’a ‘rcòrdo ant l’aspèt l’imagine ‘d Turin.
“J’urbanista e j’architèt che dël 1772 a l’han arsèivù da Tòjo Amedé III ëd Savòja l’incarich d’anventé na sità tacà a la severa Ginevra, a l’han nen dësmentià la sòa.” (Renato Rizzo): a l’é stàit parèj che ‘n vilagi ‘d 320 anime, ai confin dël Regn Sabàud, a l’é stait promovù dël 1786 a livel ëd sità, ideà da architèt ëd cort coma Di Robilant, Garella, Manera, Piacenza, Viana, coma proiession an cit ëd la lontan-a capital, an gré d’acheuje artigian, orlogé, tintor, comerciant che a l’avrìo dovù trasformé cost model d’utòpia urbanistica an leu dël realism politich, isola ‘d convivensa tra fé diferente, catòlica, giudea e protestanta, a pòchi pass dal sénter dl’intransigentism calvinista: Ginevra.
L’ideja d’elevé Carouge a sità regal, bon-a a rivalisé con la potenta avsin-a, a ‘rciama a la ment rèis ëstòriche ch’a gropo le vicende ‘d Ca Savòja a costa fëtta dë Svissera francòfona, tra Canton Ginevra, Vaud e Valèis. Tuti j’ani, ‘l 21 e ‘l 22 dë dzember as arcòrda a Ginevra la bataja dl’Escalade che, combatùa dël 1602 tra ginevrin e Savòja (la paròla Escalade a evoca le scale smontabij ideà dai sabàud për rampignesse an sle muraje), a l’ha marcà l’arnunsia ‘d costi ùltim, formalizà dal tratà ‘d Saint-Julien, a l’egemonìa an sla sità lemanica, giumai afermasse coma sénter propulsòr dël calvinism, ma an precedensa a longh sògeta al predomini dij Savòja, tant da giustifiché ‘l progèt ‘d fene sòa capital.
Vetrata Losanna con scudo SavoiaËl lagh Leman a dagna memòrie sabaude: belessì a l’é nà ‘l nùcleo embrional ëd la marin-a militar sabauda, con la costrussion dl’arsenal e dël pòrt militar ëd Villeneuve: ël Castel ëd Chillon, su n’isolëtta colegà a la tèrafërma, a l’é stàita residensa dij cont, peui duca, ‘d Savòja, dal Sécol XII al 1536 quandi a l’é stàita conquistà dai Bërnèis; ël Vaud, estèis da la sponda nòrd dël Lagh Leman al Lagh ëd Neuchâtel, a l’é stàit tirà ‘ndrinta a l’òrbita sabauda fin dël 1207, quandi ‘l cont Tomà I a l’ha conquistane la capital d’antlora, Moudon, e dël 1285, con la risòlussion ëd la contèisa për la sucession ch’a l’era duvertasse a la mòrt ëd Flip I, a l’é stàita afidà a ‘n ram lateral ëd la casà, ij Savòja-Vaud, dont a l’é stàit capëstipit Lodvich I.
Ël vincol ëd fedeltà ch’a gropava j’abitant ëd Carouge ai Savòja a l’é arvelasse tant ës-ciass che a parte dël  1816, quandi a seghit dël Congress ëd Vienna a sòn assegnasse a la Republica ‘d Ginevra, diventà 22esim Canton ëd la Confederassion Elvetica, an contrast con ël declamà prinsipi ‘d legittimità, 26 comun-e, tra le quaj Carouge, an gavandje a la Fransa e al Regn Sabàud, ij resident dla petite Turin, a l’han tenù për tanti ani, an segn ëd protesta, le përsian-e ‘d sòe abitassion ant ël di dla festa nassional ësvissera.



Leggi il resto del articolo......

domenica 29 dicembre 2013

E poi sono i giovani che nn hanno voglia di lavorare?!!

I quarant’anni delle baby pensioni, il simbolo di tutti gli sprechi d’Italia  
28/12/2013 ROBERTO GIOVANNINI Chissà che fine ha fatto la signora Francesca Zarcone di Lissone, in provincia di Como.
Oggi quella che può essere considerata una delle recordwomen della pensione baby – il merito di averla scovata qualche anno fa spetta al grandissimo Gian Antonio Stella del Corriere della Sera – ha esattamente 62 anni e mezzo, visto che è nata in un paesino in provincia di Messina nel non troppo lontano luglio del 1951.
 Quanto a pensione baby, la signora Zarcone è davvero una primatista: sta in pensione, beata, dall’agosto del 1983. Allora aveva soli 32 anni, e aveva lavorato in tutto, tra privato e pubblico, neanche 17 anni.
Meglio di lei aveva fatto però un’altra ex-bidella, stavolta friulana, Ermanna Cossio. I suoi quindici anni di lavoro era riuscita a completarli a soli 29 anni di età. Era rimasta incinta, e invece di andare in maternità decise di andare in pensione, visto che la legge glielo permetteva.
 Oggi Ermanna Cossio ha appena compiuto sessanta anni: è pensionata da 30 anni. Di questo - e di molto altro – bisogna ringraziare il governo in carica quarant’anni fa: il 23 dicembre del 1973 presidente del Consiglio era il democristiano Mariano Rumor, ministro del Tesoro un politico considerato un severo custode del rigore come Ugo La Malfa.
 Erano i tempi del primo “shock petrolifero” dopo la guerra del Kippur tra Egitto, Siria e Israele: il 2 dicembre sempre Rumor aveva varato le domeniche a piedi, con i cinema chiusi alle dieci e la tv oscurata prima delle undici. Rigore e cinghia stretta che invece non ritroviamo nel decreto del Presidente della Repubblica 1092. Quello che ha permesso a centinaia di migliaia di italiani dipendenti pubblici di poter andare in pensione con 14 anni, sei mesi e un giorno di attività lavorativa se donne con prole; 19 anni, sei mesi e un giorno per gli uomini; 24 anni, sei mesi e un giorno per i dipendenti degli enti locali.
Una follia economica, una grandissima ingiustizia durata quasi venti anni (fu abolita da Giuliano Amato nel 1992) ma che paghiamo tuttora. Uno dei simboli più pregnanti della rovina dell’Italia. Sono numeri, quelli che abbiamo incontrato finora, da capogiro. Che raccontano una realtà che oggi, nel 2013, ci è totalmente incomprensibile.
 Le due baby pensionate che abbiamo citato hanno smesso di lavorare a un’età anagrafica (30 anni circa) in cui nell’Italia del 2013 una loro coetanea di oggi forse spera di cominciare ad affacciarsi sul mercato del lavoro. Secondo un rapporto di Confartigianato del 2011, oggi sono 531.752 le pensioni di vecchiaia e di anzianità “attive” concesse in base al Dpr 1092. In media i baby pensionati ricevono un assegno di circa 1.500 euro lordi al mese, che non è affatto male, visto che l’assegno lo incassano per oltre trenta o quarantanni pur avendo versato pochissimi contributi. Il 78,6% sono dipendenti pubblici; di questi più della metà (il 56,5%) sono donne.
 Sono soprattutto persone che vivono al Nord (il 62,5%). Quando votarono questo provvedimento, che ovviamente voleva essere uno dei tanti provvedimenti generosi e acchiappaconsenso, i politici del 1973 non calcolarono per bene i paradossi degli effetti matematici dei sistemi economici nel lungo periodo.
 Tu li per lì non ci pensi: la cifra annuale da spendere per queste pensioni è poca cosa, l’economia italiana è in piena occupazione, il Pil cresce da anni al ritmo del 5-6% annuo (questa era l’Italia degli anni ’70...) e poi magari tra un po’ si può intervenire per correggere. In fondo, sempre nel 1973, il rapporto debito/Pil dell’Italia era intorno al 30%. Roba ridicola. Senonché nessuno è intervenuto. Le pensioni baby sono continuate ad aumentare. Quando Amato le ha abolite, certamente nulla è stato fatto per far pagare almeno un po’ ai pensionati baby l’eccezionale regalo che avevano ricevuto.
Il rapporto debito/Pil è oggi al 128%. L’economia è stagnante. In pensione ci si va dopo 42 anni di lavoro (in teoria). E secondo alcune stime, considerando la maggiore spesa sopportata anno dopo anno e la minore contribuzione incassata, le baby pensioni sono costate allo Stato 163,5 miliardi. Solo considerando le rendite che stiamo pagando noi oggi a chi ovviamente ha utilizzato una scappatoia legale ancorché iniqua, si tratta di 9,5 miliardi l’anno. Il disastro dell’Italia di oggi è fatto da tante storie come quella delle baby pensioni. Scelte sbagliate, cui si è rimediato male e senza coraggio o a volte non si è rimediato per niente. Il conto lo stiamo pagando noi, e continueranno a pagarlo i nostri figli.
Leggi il resto del articolo......

venerdì 13 dicembre 2013

Il gioco della cintura

Al tempo in cui giocavo a essere un uomo nuovo, e avevo iniziato a compiere giornalmente alcuni esercizi che mi avrebbero dato l'opportunitá di distogliermi dal "solito quotidiano"; avevo in quel tempo inventato il gioco della cintura.
Mi ero reso conto, in quei giorni, che a quasi 40 anni infilavo la cintura nei passanti dei pantaloni, ogni giorno esattamente dalla stessa parte.
DEcisi che non lo avrei piú fatto: quanto mi era parso difficile, il primo giorno, introdurla dal verso opposto!
Ci misi molto impegno, anni e anni, fino a quando, circa un paio d'anni fa, un mattino mi resi conto di non saper bene quale fosse il lato "vecchio" dei due!
Avevo "cambiato" una abitudine che durava da 30 anni!

Poi venne il tempo del "perché"  devo mettere la cintura, che duró pochissimo, forse tre mesi dell'estate scorsa, quando giocavo a metter in mostra la mia "nuova" pancia ; duró poco perché mi resi in fretta conto che il tempo impiegato a tirarsi su costantemente i pantaloni, avrei potuto investirlo meglio.. e questa fu solo una parentesi nella storia del gioco della cintura.

Perché venne subito dopo il contrasto fra l'uomo dela cintura a destra, quello che si impegnava a "cambiare" e quello brutto grasso e vecchio della cintura a sinistra, quello che era rimasto abbandonato laggiú al paesiello, lui, povero dimenticato.
Si stava ribellando, povero! Provai a parlargli e mi resi conto che non aveva fatto nulla di male per aver subito tutte queste violenze, nel nome del "cambiamento", ed iniziai a occuparmi di lui.

Adesso ho ripartito le giornate fra i due Battista, per forza, non posso farne a meno, devo occuparmi di tutti e due; ed al mattino, quando é tempo di infilare la cintura, faccio un attimo di riflessione, sento quale dei due oggi ha da parlarmi, e via! infilo da destra o da sinistra.

Prova domattina a infilare al cintura dal verso opposto, e prova a continuare a farlo per anni proprio per cambiare un'abitudine e prova a legare a questo gesto le cose che vorresti cambiare della tua vita; quanti anni di fatica!
E poi si capisce quando si dice "tirare la cinghia" ; forse peró quadra di piú "Alzarsi con la cintura sinistra".
Che per noi mancini, tra l'altro, é una cosa normalissima!
Leggi il resto del articolo......

sabato 7 dicembre 2013

Nulla tuttavia vi verrá a mancare....

"Nulla tuttavia vi verrá a mancare...."
Oppure: della stirpe de santi 

Ogni volta che ci accingiamo a fare un sacrificio,
 a forzare la nostra natura, le controforze si mettono subito in marcia.
Per impedircelo, chiaro, per farci rimanere cosí come siamo.
 Fina a che uno si chiede: ma chi me l'ha detto che devo cambiare?
 Dove sta scritto che le cose che io Debbo desiderare per divenire un Santo sono queste e non quelle?
Che ha scritto le regole della convivenza, della socialitá?
Chi ha deciso che si deve vivere cosí,
 e che vivendo cosá si passa nella banda dei peccatori contro l'umanitá
e soprattutto peccatori contro se stessi, contro la propria evoluzione?
Ebbene , probabilmente si puó evolvere anche senza evoluzione, anche senza esser per forza dei santi.

 E lasciare che il "io voglio" a volte prenda dolcemente il sopravvento sopra all'"io devo", benché il devo possa anche non essere vertso l'esterno, benché sia un "devo a me", devo alla mia crescita.

E' un pó il Peter Pan che si ribella, certo ma chi ha detto che alla fine si deve Crescere?
 E anche se si dovesse per forza Crescere, evolvere, perché farlo ora, e rinunciare a Adesso?


"Nulla tuttavia vi verrá a mancare...."
sí certo....solite menate....

Sarete ricompensati nel regno dei cieli, si, ma siamo su questa Terra per viverla o perdercela tutta quanta?

Allora perché venirci no? Stavamo meglio lassú dove torneremo no?

ci smembriamo il cervello, la personalitá, ci autodistruggiamo( fino a mentire!) per le civili convenzioni, per il rispetto degli altri, per i nostri figli e genitori, compagnie, per farli tutti felici, si ! per far vedere loro che siamo dei santi, si dai che andiamo in paradiso!
o per gli amici, perché non credano che siamo diversi da quello che noi gli abbiamo fatto credere quando ci siamo presentati a loro, si anche loro, no deludiamoli mai!
basta che non sappiano mai chi siamo veramente, chi é lui o chi é lei in fondo, basta che
un giorno si possa morire da santi, da salvatori dell'universo, da redentori della societá matarialstica e corrotta!
dai cambiamo il mondo, dai! e tagliamoci quel che resta delle palle che abbiamo ancora da qualche parte, cos'i un giorno qualcuno sará felice e ci ringrazierá.
oppure dirá che siamo una persona per bene, incline al rispetto degli altri, alla natura, alla socialitá e al tanto decantato bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla ! e Bla! .

e la vita, cazzo! dov'ë andata, la vita!
impareremo a dire: "la mia vita é fare quello che mi piace, quel che sento che mi fa godere, adesso in questo momento preciso e basta"?
Qualsiasi cosa sia, se mi fa godere, questa ë adesso la mia vita.
E la voglio fare, ca..o; ecco che allora inizia a entrare in campo il.... il "devo", si DEVO fare quello che ho voglia di Fare. fino in fondo!
gli altri facciano quello che meglio credono! e tanbien lo pensino!
Io devo fare quello che ho voglia di fare. e lo faró fino a quando mi sará passata la voglia, e allora automaticamente gli avró dato un senso a sta voglia, Affrontandola con Amore; e non mi saró ricaccato dentro a Calci la mia voglia, per farla rimanere soppressa per tutta la vita. 
E poi per chi scusa? Per gli altri? Ma va!
L'unica cosa che io debbo reprimere o contenere é quando mi viene voglia di fare la cacca, o la pipi´, con la promessa di farla appena possibile e non su questa sedia di albergo dalla quale sto scrivendo dall'altra paerte del mondo, dove si cammina coi piedi all'insú (qui la cacca non scende, perché siamo a gambe in sú, come sulle astronavi...).
E se avessi voglia di farmela addosso? Chissá quanti non avrebbero piú il coraggio di mettersi in mezzo al cortile e farsi la cacca addosso! Ha ha! Che ridere! Sai come cambierebbe la tua vita se ti mettessi in mezzo al cortile e ti facessi la cacca nei pantaloni? A 40 anni!!

 e che direbbero gli altri? Ti manderebbero da un medico? Chiamerebbero tua moglie dicendogli se c'ë qualcosa che non va nella coppia, nel lavoro, con i figli? tua madre? magari ci'ha probblemi sessuali irrisolti! Aaahh la cacca! e la pipí !! Troppi anni senza pronunciarle (meno male che ci hanno pensato i nostri bambini che di cacca e pipí ne fanno una dialettica infinita)
Poi qualcuno verrá piano a chiederti "pssss....scusa né......c'ë qualcosa che non vá?
NOOOOOOO! Nulla! volevo solo farmi una volta la cacca nei pantaloni ! Che volete da me!

La cresciata passa per il paese dei balocchi, e se ne sei attratto, vuol dire che non sei un santo, e che ci devi andare fino a che non te gusta mas. Sennó non ci sarebbero state mele appese all'albero, ma un sacchetto di crusca schifosa della ditta "Misura WeichtWatcher", quella che prendi li giorno prima di morire di cancro allo stomaco.

smettiamola allora di fare i santi, tanto non lo siamo nessuno.

---------

Mi concentro ora su quello che voglio, voglio veramente, quello che mia amica anima mi suggerisce di fare, e farö quello, adesso.

da dove iniziamo: dai bigné con la panna?
no, ho voglia di..........non aver.... voglia di mangiare! Ecco quello si!
non mangeró piú pranzo, mai piú , ecco! che figo.! 
sto giá meglio
ahhhh che relax  (fischiettando.....)

pssssss, batista... guarda che non ti fa bene a non mangiare.....poi..sai.....la salute...mangia almeno qualcosa, poco, perché sai......poi ti attaccano i balin* nel cervello........

Allora voglio i balin! si !
voglio che mi vengano i balin!


________________________________________________________________
*balin: da lingua piemontese, attacco di pazzia, schizofrenia, ipocondria, malinconia, insomma tutto quanto fa presumere che sei un pó sfondato.... ( e forse io lo sono sempre stato..)
Leggi il resto del articolo......

giovedì 26 settembre 2013

“Girogirotondo, casca il mondo, casca la Terra…tutti giù per terra”

Earthing “Girogirotondo, casca il mondo, casca la Terra…tutti giù per terra”. Questa filastrocca, che viene insegnata a tutti i bambini fin dall’asilo, oggi assume un significato molto più profondo, e anzi, dovrebbe essere messa in pratica da tutti, adulti compresi. Prima di spiegare questa affermazione, è necessario addentrarci negli aspetti bioelettrici della Terra. Il nostro azzurro pianeta, rispetto al Cielo, è l’entità a maggior carica negativa esistente. Se saliamo di altitudine, se cioè ci alziamo dal pavimento, il potenziale elettrico aumenta di circa 200 volt per ogni metro. Non è necessario essere elettricisti per capire che si tratta di numeri importanti, visto che nelle prese domestiche vi sono 220 volt. Detto questo, in una giornata in cui il cielo è terso, la differenza di potenziale elettrico, tra la parte più alta della ionosfera e la superficie terrestre, può variare da 250.000 a 500.000 volt! Un’immagine che ben rappresenta questa situazione è una gigantesca batteria, in cui il polo negativo è la Terra e il polo positivo il Cielo, l’uomo sta proprio nel mezzo: il ponte tra l’alto e il basso. Quando c’è bel tempo, l’aria non è un buon conduttore di elettricità se non c’è particolato conduttivo (nanoparticelle, inquinanti, ecc.), soprattutto vicino al terreno, ma non è neppure un isolante, per cui una corrente molto debole di elettroni, chiamata “corrente di bel tempo”, fuoriesce dal terreno. La Natura è perfetta e si riequilibra grazie ai continui temporali: i cumulonembi generano infatti correnti elettriche enormi (la corrente fuoriesce dal suolo nel punto del fulmine e ritorna al terreno, in un perenne riequilibrio generale). A livello globale vi sono continuamente dai 1000 ai 2000 temporali che sviluppano oltre 5000 fulmini al minuto: una corrente dai 1000 ai 2000 ampère, trasferisce continuamente una carica negativa alla superficie della Terra e una carica uguale ma opposta nella parte alta dell’atmosfera. Questo riequilibrio avviene costantemente. A noi interessa la carica negativa, cioè gli elettroni liberi di scorazzare nel terreno. Perché c’interessano? L’uomo è costituito da acqua e sali minerali, entrambi eccellenti conduttori, e quando cammina sulla superficie terrestre, possiede una differenza di potenziale elettrico, per il motivo detto prima, tra la testa e i piedi, di centinaia di volt. Questo potenziale induce correnti elettriche che fluttuano continuamente in tutto il corpo, dalla testa ai piedi. Una persona che vive al secondo piano di una casa, a 4 metri dal suolo, avrà un potenziale elettrico nei piedi di 800 volt e nella testa di 1200 volt: una differenza di potenziale che corrisponde a correnti interne elevate. E coloro che vivono nei grattacieli a decine e decine di metri dalla Terra? Il principio è semplice: più in alto si vive e più il potenziale elettrico è elevato rispetto al terreno, con le conseguenze per la salute che saranno spiegate più avanti. Siamo scollegati dalla Terra La Terra essendo caricata negativamente è ricchissima di elettroni liberi che fluttuano in continuazione, alimentati da fenomeni naturali (radiazione solare, fulmini, ecc.) e si spostano sopra, dentro e attraverso l’organismo umano, se e solo sé, esiste un contatto diretto tra il corpo fisico e il terreno. L’industrializzazione ha portato alla società tanti benefici, ma altrettanti problemi: uno di questi è proprio lo scollegamento dalla Madre Terra. Nell’ultimo secolo, abbiamo completamente perduto la naturale connessione elettrica con il pianeta: pavimenti in cemento, scarpe di gomma, materassi e case isolanti. Passiamo 24 ore su 24, scollegati dalla Terra. In questa situazione anormale, il corpo accumula elettricità statica, correnti elettriche indotte dai campi elettromagnetici (cellulari, cordless, wifi, cablaggio domestico, ripetitori, antenne radio e tv, bluetooth, computer, ecc.), e tale elettrificazione artificiale, procura nervosismo, ansia, depressione, tensioni muscolari, dolori e predispone il terreno alle malattie. Dalla notte dei tempi è risaputo che camminare a piedi nudi alla mattina sull’erba bagnata (l’umidità aumenta la conducibilità elettrica), o sulla battigia di una spiaggia, procura enormi benefici all’intero organismo. Perché non sfruttare questa connessione anche quando si dorme e/o si lavora in ufficio? La natura dei piedi La Natura è perfetta, e la pianta del piede non sfugge a questa meravigliosa logica. La pianta è infatti ricoperta dal più alto numero di terminazioni nervose, circa 1300 per pollice quadrato, ed è dotata del maggior numero di ghiandole sudoripare rispetto a tutto il corpo. Come mai tutte queste terminazioni nervose e ghiandole sono concentrate proprio sotto i nostri piedi? La risposa è ovvia: per mantenere un contatto perfetto e ottimale con la Terra, visto che il sudore, ricco di sali, aumenta la conducibilità! Elettroni dentro il corpo Gli elettroni liberi, presenti sulla superficie terrestre, una volta entrati nel corpo umano tramite il contatto diretto, interrompono la reazione a catena dei radicali liberi. Una sovrapproduzione di radicali liberi da parte del sistema immunitario, o una carenza di antiossidanti, determina un’aggressione pericolosa ai tessuti sani (membrane cellulari e DNA) e la loro infiammazione. Nonostante la brutta fama, i radicali liberi svolgono un servizio utile: sono molecole con carica positiva (manca loro un elettrone) alla ricerca perenne di elettroni per diventare una molecola stabile. Tali elettroni vengono presi da organismi patogeni o tessuti danneggiati, e questa attività uccide germi e microbi. Non appena tale lavorio rallenta, l’eccesso di radicali liberi, prodotti dalla risposta immunitaria, dovrebbe venire neutralizzato da antiossidanti o elettroni liberi presenti nel corpo. Se nel corpo mancano questi elettroni liberi, se l’alimentazione è inadeguata e si vive in perenne stress, i radicali continuano ad attaccare e ossidare i tessuti sani, diventando molto pericolosi per la salute. Abbiamo la possibilità di ricevere elettroni gratuiti proprio dalla Terra: la forte carica negativa del nostro meraviglioso pianeta, vincerà la debole carica positiva dei radicali. La messa a terra Il corpo in connessione con la Terra è protetto dagli effetti dei campi elettrici ambientali. Il primo ad individuare i pericoli per la salute derivanti dall’isolamento dalla Terra fu un medico americano, i dr. George Starr White. Nel suo libro del 1940 “Cosmo-Electro Culture for Land and Man”, evidenziava i risultati positivi su sonno, difese immunitarie e diminuzione di dolori ottenuti con il suo sistema per la messa a Terra. Come mai la scoperta sugli effetti salutari della messa a terra è rimasta nascosta per oltre 70 anni? Gli effetti sul corpo umano Sempre più studi clinici e testimoniante di persone, sportivi e malati, stanno comprovando che l’Earthing (collegamento a terra) è utile per la salute. Il corpo connesso a terra, soprattutto durante il sonno, per alcune settimane può ottenere una riduzione dei livelli di stress; normalizzazione dei ciclo del cortisolo (l’ormone dello stress); rilassamento delle tensioni muscolari; riduzione dei fenomeni infiammatori; aumento della bilirubina (eccellente antiossidante); maggiore fluidità del sangue; protezione dai campi elettromagnetici ambientali; accelerazione del recupero da attività sportiva intensa; aumenta l’energia fisica e mentale. Earthing Quando il corpo è in contatto diretto con la Terra, mediante camminate a piedi nudi sull’erba, o attraverso un collegamento a terra casalingo che vedremo più avanti, avvengono all’istante diverse modificazioni fisiologiche benefiche. I tessuti conduttivi della matrice organica del corpo si caricano di elettroni liberi, e la conseguenza è che il corpo torna a essere naturalmente un conduttore. In questa situazione naturale, si assiste ad una riduzione rapida dei dolori correlati a infiammazioni croniche dovute ai radicali. Vengono influenzate positivamente tutte le attività elettriche come quella del cuore, cervello e muscoli, anche dopo solo un’ora; la circolazione sanguigna ne beneficia alla grande. Il cardiologo Stephen T. Sinatra, non ha dubbi: “l’Earthing è da annoverare tra gli elementi primari per il ripristino cellulare e la riabilitazione cardiaca”. La messa a Terra in casa Camminare a piedi nudi nell’erba è facile, ma non si può farlo sempre. Come collegare a Terra il corpo umano dentro una casa o un ufficio isolati elettricamente? Fisici e ingegneri hanno scelto la Terra come punto di riferimento per tutti i sistemi elettrici: non esiste un potenziale elettrico assoluto, ma quello che viene misurato è sempre la differenza di potenziale tra due punti, e uno è la Terra stessa. Ecco perché si definisce “massa” un oggetto conduttivo collegato direttamente al nostro pianeta. La famosa “messa a terra” dentro le case è importante per la sicurezza: funge da scarico elettrico, riducendo il rischio di danni alle apparecchiature e alle persone. Quando un componente elettrico o una persona sono connessi a massa, hanno un potenziale elettrico uguale a quello della Terra. Detto questo, i metodi più semplici per sperimentare l’Earthing in casa è: impiantare un paletto di ferro nel terreno e con un filo di rame connetterlo direttamente a cuscini, lenzuola, coperte, materassi, tappeti e qualsiasi altro oggetto casalingo, ovviamente fatti in materiale conduttivo. Così facendo, mentre si dorme si è costantemente collegati a Terra e ci si carica di elettroni durante il sonno. Per le persone che vivono in un condominio, si può sfruttare la messa a terra delle prese elettriche, e cioè il buco centrale di ogni presa elettrica che nelle case, ad eccezione di quelle costruite in passato, è obbligatorio per legge. Esistono in commercio sistemi pronti, sicuri e collaudati: tappetini per mouse, tappeti per i piedi, lenzuola, sacchi a pelo, tappeti per gli amici a quattro zampe che non escono di casa, ecc., collegati mediante un filo elettrico direttamente alla presa. Altrimenti è possibile farsi aiutare da un elettricista o persona specializzata. Le prove dimostrano che gli effetti benefici per la salute sono i medesimi sia usando il paletto metallico impiantato, sia la messa a terra della presa casalinga. Il risultato è che mentre si dorme, si lavora al computer o si legge un libro, si è direttamente collegati alla nostra amata Terra. In conclusione, Madre Terra da sempre ci ha accolto amorevolmente nel suo grembo e caricato gratuitamente, senza richiedere nulla in cambio. L’uomo, invece di ricambiare il favore, ha pensato bene di distruggere, inquinare, isolare e cementificare l’ambiente, isolandoci e allontanandoci ancor di più. Per cui, prima che veramente “caschi il mondo”…. mettiamoci tutti “giù per terra”, e iniziamo a rispettare e amare la nostra temporanea casa! Marcello Pamio Tratto da “Earthing. A piedi nudi: curarsi con l’energia della Terra”, Clinton Ober, Stephen T. Sinatra, Martin Zucker, ed. Macro. Marcello Pamio, Effervescienza inserto del mensile Biolcalenda, www.labiolca.it/effervescienza www.disinformazione.it Leggi il resto del articolo......

mercoledì 18 settembre 2013

Mon Afrique ...

ESt un partie de ma vie, ces village, les frères ivoiriens, les sons, les gestes;je sent le parfum à travers ce video; je voudrais partager avec vous cette authentique scène artistique-culturelle de ce pays que j'ai dans le coeur. Côte d' Ivoire!

C'estait la musique que j'allais danser le samedi soir dan mon village au milieu de plantations e de la forêt tropicale, a l'age de 21 ans. " C'est l'homme qui à peur, sinon ya rien oh!" Leggi il resto del articolo......

lunedì 1 luglio 2013

Die gnostischen Evangelien
von Elaine Pagels

http://www.chbeck.de/fachbuch/zusatzinfos/pagels-interview-.pdf

Dies ist ein perfektes Buch las ich vor kurzem.
Ich empfehle es Freunden Besucher dieses Blogs.
Beste Wünsche und ... Gute Fahrt.
Batista.

Leggi il resto del articolo......